Woo-hoo, woo-hoo

Ormai arrivati a giugno bisogna sbilanciarsi: quale sarà il tormentone dell’estate? La domanda sembra di anno in anno più difficile, si arriva quasi a rimpiangere i tempi in cui ci bastava sentire un la-la-li-da-da o un solecuoreamore o anche solo un assereje per guardarci con un sorrisetto compiaciuto e dirci “eccolo”.
Ultimamente ci siamo dovuti attaccare ad un certo tipo di pezzi italiani, tormentoni nati per essere tormentoni, e anche quest’estate potremmo ripiegare ad esempio su quel Simone Cristicchi che vuolecantarecomebiagioantonacci. Oppure continuare ad accettare che con i tempi che corrono la colonna sonora dell’estate la decidono gli spot di compagnie telefoniche e simili.
Ma io ho troppa nostalgia di quei tormentoni stranieri che promuovevano solo le spiagge e le vacanze, di quei cantanti e quei gruppi spuntati dal nulla e pronti (forse) a tornarci, ma solo dopo tre mesi di onnipresenza nelle radio, nelle macchine ferme ai semafori, nei juke-boxe del baretto del lido (esistono ancora, ogni anno me ne stupisco). Per questo nel mio pronostico ho scelto una canzone e, vi dirò, mi ci sto affezionando un po’.
E, vi dirò, quasi mi dispiace non lavorare più in radio perchè potrei rispondere alle telefonate di quelli che chiameranno per richiedere “quel pezzo che fa uh-uh, uh-uh” o “che fa no, nouu”.
E, vi dirò, mi diverte non poco la possibilità che il tormentone dell’estate sia un pezzo che ha un titolo lunghissimo e un’interprete con un nome ai limiti del pronunciabile.

Kt Tunstall – Black Horse & The Cherry Tree
(il sito ufficialeil videoil testo)

11 Responses to Woo-hoo, woo-hoo
  1. Prettyery Rispondi

    Io, personalmente, confido in Tiziano Ferro, uno dei migliori in questo campo, dopo Paola e Chiara, ovvio.

  2. sidgi Rispondi

    io propongo di ritirare fuori vamos alla playa… (i classici non stancano mai!)

  3. Achille Rispondi

    Se dev’essere cover, vale solo Sagi Rei>

  4. will Rispondi

    non ti conosco, non l’ho ancora detto ma mi pare quantomeno doveroso: bentornato achille! :)
    e porcapaletta non riesco ad aprire il link del video!

  5. Achille Rispondi

    Ho controllato: con firefox si apre, con explorer no. Non ho ancora capito perchè. Comunque puoi andare sul sito ufficiale e da lì selezionare “album”e arrivare allo streaming di video e brani.

  6. ciccio Rispondi

    Stavo per porti la fatidica domanda che ricorre ogni anno in questo periodo, ma, con una tempistica perfetta, mi hai preceduto. Approvo Simone Cristicchi, ma credo sarà battuto da quello che ormai è il pezzo “ufficiale” del promofestivalbar, abilmente sfruttato anche da Maria De Filippi come “tema musicale” per le scenette di “Vero Amore”.

  7. will Rispondi

    thanx achì! ;)

  8. livefast Rispondi

    sono d’accordissimo, ma questo è del tutto irrilevante. ciò che più rileva è che andrea salvetti in persona è d’accordo e c’è da credere che di trash commerciale lui se ne intenda. due cose: “black horse on the cherry tree” non è trash manco pe’ niente e della Tunstall (io credo) sentiremo parlare ancora molto. non so se hai notato: la ragazza suona veramente la chitarra, e la suona pure bene.

  9. Achille Rispondi

    Livefast, in effetti ho dato un’ascoltata all’album tramite il suo sito ufficiale e devo dire che i numeri ce l’ha.

  10. ALESSSANDRA Rispondi

    CREDO CON TUTTO IL CUORE CHE I PROGRAMMI DI M.DI STI CAZZI SIANO PER PERSONE COME LEI…….OSSIA PERSONE CON FORTI CRISI ESISTENZIALI,PER DONNE DELLE PULIZIE E AL 100% SFIGATI.MARIA,FAI UN FAVORE A TUTTA ITALIA,SMETTILA DI FARE ORGIE E RITIRATI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!GRAZIE

  11. Achille Rispondi

    Questo commento qua sopra è meravilgioso. Il fatto che non c’entri niente con il post nel quale è stato inserito lo rende arte pura.

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>