L’Italia dell’82 e la madre dei miei figli

Non so voi, ma io quando ho scoperto che la guerra del 15-18 era tale solo per noi, visto che in realtà era cominciata nel 1914, ci sono rimasto parecchio male. Ero piccolo, pensavo ancora che le cose fossero le stesse per tutti e ignoravo il concetto di relatività, e quanto fosse esteso ed estendibile ad ogni piccola cosa. Da allora ho imparato a considerare i grandi eventi sotto una chiave diversa, e questa volta non ho avuto nessuna difficoltà a ignorare i countdown della rai e i titoli dei giornali e tutto il resto. Il nove giugno è stata una data simbolica: i Mondiali di Germania cominciano stasera, cominciano con l’Italia in campo e con la sacra missione che gli azzurri hanno.
No, non pensate subito a qualche mio nascosto lato nazionalista o ad un desiderio di rivalsa per lo scandalo del calcio o ad una sostanziosa puntata sull’Italia vincente. Tutto ha a che fare con la mia vita sentimentale. Ebbene sì, essendo io single e fatalista, so bene che la donna della mia vita potrei incontrarla da un momento all’altro. Per questo scruto con attenzione e ascolto con interesse l’altro sesso, soppesando ogni parola e pensando “sarà lei?”. Ora, voi potete facilmente immaginare come, tra le ragazze che ti capita di incontrare, ce ne siano alcune nate dopo il 1982. In fondo una ragazza dell’83, dell’84 e anche dell’85 è orami una ventenneequalcosa, una ragazza maggiorenne, bella e cresciuta, e potrebbe essere tranquillamente lei, ladonnadellamiavita. Perchè no. Lo pensavo anche io, finchè non mi sono imbattuto in un tabù che non potevo nemmeno immaginare. Una strana inquietudine, una sensazione di disagio, un pensiero che ti assale improvvisamente e che non riesci a scacciare, una voce che ti dice: stai desiderando una persona che non è mai stata campione del mondo, campione del mondo, campione del mondo. Una ragazza che non appartiene alla tua epoca, che mentre tu sgambettavi appresso agli adulti nella notte in cui tutti eravamo amici, fratelli, connazionali, semplicemente non c’era. Ora, a voi potrà sembrare una cosa stupida. Ma per me rappresenta un complesso irremovibile, un valico insuperabile.
Per questo confido nei nostri ragazzi, per questo punto tutto sulla non simpatica nazionale dell’antipatico Lippi. Non per amor di patria, ma per amore e basta. Come farebbe un’amnistia, un’indulto, un’indulgenza plenaria, una vittoria dell’Italia calerebbe dal cielo e ci trasformerebbe tutti in campioni del mondo, darebbe a tutti noi un nuovo riferimento storico e sociale, fresco e sicuro. Mai più imbarazzanti calcoli sull’età di lei, per capire se nella fatidica notte era già scesa sulla terra, mai più entusiasmi smorzati dalla sensazione di appartenere a due tempi lontanissimi. Campioni del mondo, campioni del mondo, campioni del mondo, campioni del mondo. A quel punto basterà accertarsi della sua maggiore età.

40 Responses to L’Italia dell’82 e la madre dei miei figli
  1. antigirl Rispondi

    nemmeno io lo ricordo il mondiale.
    forse perchè sono nata durante il mondiale.

    ho un notevole complesso di inferiorità per questo.

  2. Achille Rispondi

    Ci sono due scuole di pensiero: la più dura scarta anche quelle che non se lo ricordano, anche se c’erano. Con la seconda hai qualche possibilità: a che punto del torneo sei nata?

  3. antigirl Rispondi

    24 giugno.
    non ho idea in effetti a che punto si fosse, a occhio direi a metà.

  4. tackutoha Rispondi

    Come hai ragione!! :)
    E’ un pensiero che accompagna anche me ogniqualvolta si parla di questi Mondiali e si è in compagnia femminile classe after ’82. E’ come nascere a Siena, in una determinata contrada e non aver mai visto vincere dai propri colori un benedettissimo Palio.

  5. Smeerch Rispondi

    Achille non immagini quante cose abbiamo in comune. :D
    Tu comunque sia l’età chiedila sempre. Prima. :D

  6. thestral Rispondi

    non per vantarmi, ma la mia è anche campione d’Europa 68. Eh, sì siamo vecchietti ;)

  7. Ataturk Rispondi

    Io credo che il mercato delle bambole gonfiabili avrà un incremento di vendite allora ;) ))

  8. la Parda Flora Rispondi

    A me ha colpito la faccenda del 1915/18, perché pensai l’identica cosa… ed è la prima volta che qualcun’altro lo dice. Poi, per il resto, ricordo cosa stavo facendo durante Argentina-Germania dell’86, complice un certo spopolamento dell’orbe terraqueo, ed era sportivo, diciamo così, ma non calcistico… ;-)

    era un po’ che non passavo…. mi piace molto il vestitino nuovo…

  9. miss piggy Rispondi

    Achì, e chi invece non solo era nata, ma ha festeggiato il 16mo compleanno proprio quella fatidica notte con un tuffo nella fontana di piazza Navona, che chances può avere con te?

    [basandosi su questi scarni dati, un matematico tifoso avrà già calcolato che sono vicina alla soglia che separa la donna dal rottame... anch'io single "di ritorno" e con speranze ancora più scarse delle tue (altro che fatalista, qua oramai mi sto votando alla magia nera e ai riti propiziatori del candomblè...)].

    Puoi addirittura interrogarmi su:
    * sequenza dei gol italiani e relativi marcatori
    * marcatore del gol della bandiera teutonico
    * nome del giocatore che fallì il rigore italiano
    * nome del giocatore che collezionò più falli subiti (praticamente era più per terra che in piedi…)
    * nome dello stadio ove si materializzò l’inatteso sogno
    * risultati random delle partite di primo turno, qualificazione e semifinale
    * trivia e curiosità

    Lo considererò uno “speed date” telematico…

  10. Achille Rispondi

    Alla domanda numero quattro puoi rispondere come vuoi: io non la so la risposta. Azzardo: Bruno Conti?

  11. miss piggy Rispondi

    Errore: era Lele Oriali.

    Ricordo una mitica edizione di “Mai dire gol”, quello degli esordi, in cui i Gialappa’s si dilettarono a contare i falli subiti da Oriali, segnalandoli con uno scampanìo ed una stellina che appariva in alto a destra sullo schermo: sembrava la notte di Natale. Esilarante.

    Vabbè, ora tocca a te. Spara.

  12. davide-k Rispondi

    lo faccio io, per achille:

    in quali film vengono dette le seguenti frasi:

    - Hai più culo che anima
    - E’ tanto che aspettavo un occasione così, ah
    - smettiamola di farci i pompini a vicenda
    - bhè e comunque i fagioli erano uno schifo
    - e allora sono cavoli tuoi, sorella
    - lei ha osato ravanare nel mio intimo

  13. Mae* Rispondi

    illuso. lei sarà solo campione del mondo, mentre tu sarai già un bi-campione del mondo. ah.

  14. Giorgia Rispondi

    io ho passato gli ultimi tre-quattro giorni chiedendomi “ma l’uruguay non gioca?”.
    avendo finalmente constatato che no, l’uruguay non si è classificato per i mondiali (pensa che schiappe che devono essere…) e quindi non gioca, ho iniziato a guardare solo le partite delle squadre confinanti o comunque mezze-cugine dell’uruguay (tipo: argentina, paraguay [che non confina, ma fa lo stesso], e quando giocherà pure il brasile.).
    detto ciò, ovviamente mi son fatta due scatole così perché di calcio non capisco niente, però vabbè, almeno partecipo pure io (faccio finta di, più che altro)…

  15. maia Rispondi

    Campione del mondo? Campione del mondo?
    Ho paura che dovrai uscire con le tardone ancora per un po’.

  16. stee Rispondi

    E’ tanto che aspettavo un occasione così, ah
    la pronunciava jerry calà in rimini rimini (1987)
    lei ha osato ravanare nel mio intimo
    abatantuomo in ‘viulentemente mia’
    queste celo, le altre manca.

  17. IlFra Rispondi

    Vabbe’ visto che lo speed date è diventato il quizzone.
    PEEEEEEEEE

    - Hai più culo che anima
    (Brian di Nazareth)
    - smettiamola di farci i pompini a vicenda (Pulp Fiction)
    - bhè e comunque i fagioli erano uno schifo
    (Lo chiavano Trinità se non mi confondo)
    - e allora sono cavoli tuoi, sorella
    (Blues Brothers)

    Tornando in tema…anche nel mio gruppo (’76) avevamo il limite dell’82…diciamo che ormai è un tabù ampiamente superato da quelli ancora singles.
    La nuova regola è: basta che sappia che nell’82 si è vinto il mondiale…

  18. Achille Rispondi

    Il Fraa: complimenti

    Stee: che io sappia quella frase di Jerry Calà c’è praticamente in tutti i film di Calà.

    Davide: grazie per il pensiero caro, ma ci sono molte più possibilità che l’Italia vinca i mondiali piuttosto che una donna normale sappia rispondere a questo test…

  19. Giorgia Rispondi

    ah, ecco, mi mancava la 1, in effetti. gli è che io le citazioni di “life of brian” le so nella versione originale…

  20. Giorgia Rispondi

    “he’s not the messiah, he’s a very naughty boy!”, tanto per dirne una…

  21. davide-k Rispondi

    ma come….?
    era facile facile!
    devo mettere film da-donna?

    - l’opera, dalla prima volta, o la si ama o la si detesta

    -mi duole contraddirla signora, ma i cinesi sono i migliori ristoratori del mondo

    -ah già, quello era il periodo in cui mi regalavi tutti i libri che avevano la parola “morte” nel titolo.

    -Sono il re del mondo!

    -..non lo siddìt, non lo siddìt..

    -lo stesso che ha presso quella ragazza

    -bhè potrebbe andar peggio! > e come? – bhè potrebbe piovere! *piove*

    se non sà questi…

  22. davide-k Rispondi

    giorgia sei una coatta :D

  23. IlFra Rispondi

    Davide smettila…(anzi devo smetterla io)ho dovuto rivedermi 10 min di io e Annie per essere sicuro di una citazione…

    Mi manca non lo siddit…

  24. davide-k Rispondi

    shhhhhhhhhhhhhhh…. è per le donne!!!!!!!!!
    e tu dal nome “ilFRA” non credo che tu lo sia!
    per quello che chiedi è tosto ma se ami il cinema è facile che tu l’abbia visto. vuoi la risposta? d [punto] mauriello [chiocciola] gmail.com, scrivimi e te la dico :D

    ciau ciau

  25. Giorgia Rispondi

    davide – coatta lo dici a sòreta!!! :-P

  26. davide-k Rispondi

    ma era in sensobbbbbuono (tutto attaccato) :( :(:(:(:(:(:(:(:(

  27. Lucas Rispondi

    Spero che la regola non venga applicata anche dalle donne verso gli uomini, altrimenti, essendo dell’84, verrei scartato a priori da un bel pò di signorine.

  28. antigirl Rispondi

    vi rendete conto che non capisco la maggior parte delle cose che scrivete?

    sigh.

  29. davide-k Rispondi

    antigirl, secondo me non ti stai impegnando :D

  30. LucaMarja Rispondi

    grande akì, sottoscrivo in pieno. gran post.

  31. antigirl Rispondi

    >>antigirl, secondo me non ti stai impegnando

    no no io mi impegno sai però se uno le cose non le sa non le sa.

    professò posso tornare la prossima volta?

  32. davide-k Rispondi

    eh.. mica lo so!
    scommetto 5€ (sempre di achille) che li hai visti tutti, tranne uno. vuoi vedè? :D
    a posto, allora. impreparata. 2. e fa media.
    :D

  33. desolazione Rispondi

    Ti può consolare il pensiero che fra le svizzere non ce n’è manco una, manco novantaseienne, che sia campione del mondo (anche una volta sola, come il sospiro di un martellini dei poveri)?

  34. chicca Rispondi

    io nell’82 c’ero! e sul cine-quizzolone piazzo subito
    1-************* e 6-************!
    e sono single!
    e mo’?

  35. davide-k Rispondi

    chicca per il quiz o le dici tutte o niente :P
    per il fatto che tu sia single la mail di achille è:

    akille[chiocciolina]akille.net ;)

  36. DvD Rispondi

    Ah ma allora è successo pure a voi? Classe ’76 sprofondati in un istante di vecchitudine senza allegrezza per un confronto, femminile, classe ’83.
    Scena:
    Io-76, ragazzaconcuiciprovavo-83, amico-71, attorno ad un tavolo, in quest’ordine.
    Telegiornale spara un servizio sui mondiali vinti dall’Italia.
    Io: “cazzo.. ero piccolo, mia mamma e mia zia hanno cucito un bandierone, eravamo in Croazia… ”
    Amico: “Io ero a Pellestrina con i miei e sono andato con mio fratello con la bandiera…”
    ragazzaconcuiciprovavo: “io… non ero ancora nata”

    Silenzio di tomba, brivido raggelante alla schiena. Terrore, senzazione di inadeguatezza. Poi ti dici solo che sei ormai sul sentiero e hai bisogno della border line ’83, ’84 se proprio merita (anno della pietra miliare “L’allenatore nel pallone” che tutti saprete a memoria, “Mira Canà…” “Io picchio de sisti e gli spezzo la noce del capocollo” “Ma quanti fratelli di Lecce ha questo qua?” “MaRadoNNABenedettadellincoroneta”), perchè possa essere nel range della donna della tua vita. Dai, non sono il solo…

  37. [...] Achille potrà uscire con tutte le ragazze che vorrà, da oggi in poi.MoltoMondiale ha avuto... mezzomondo.nelblog.it/2006/07/10/per-quel-pelo
  38. giovanna Rispondi

    Campioni del mondo, campioni del mondo, campioni del mondo! non andrà mai in soffitta. Chi l’ha vissuto e compiva 18 anni in quell’estate ed era follemente innamorata di un ragazzo di 19 anni era tornata la notte della finale dal mare in città per poterlo rivedere. Insomma la storia…quella d’amore non ha un lieto fine, ma quella dei mitici capioni del mondo dell’82 si!

  39. alesstar Rispondi

    tra tutte le sfighe, almeno ho l afortuna di essere nata nell’82 e di avere 4 mesi quando vincemmo (si, lo posso dire, vincemmo, c’ero anche io…) il mondiale…
    peccherò in altre cose, avrò altre carenze, sarò una “scssapatate” (come mi è stato recentemente detto…bah…), ma almeno non sono da scartare perchè non c’ero nell’82.
    che poi se me lo chiedono dico “non ricordo, ero piccola, ero appena nata, ma c’ero”.
    basta, sto delirando, salvatemi.

  40. biancaneve Rispondi

    Son cose che ho pensato anch’io. E con una punta di orgoglio. Non perchè devo trovarmi un uomo che sia stato campione del mondo, campione del mondo, campione del mondo. Ma perchè quelli che non c’erano mi sembrano di un altro pianeta, gente che non ha vissuto un momento fondamentale, come si puo’ non rimpiangere di aver perso la notte del Bernabeu, i bagni nelle fontane, l’urlo di Tardelli, ok e pure Italia-Brasile 3-2, come si puo’ aver perso quella leggenda?
    Forse ho fatto una leggenda personale sulla leggenda, va bè, succede. A 17 anni, in estate, una bella compagnia, un fidanzato fantastico, in giro in moto, ubriachi di gioia per quella vittoria inattesa, bè, difficile dimenticarlo, anche dopo la vittoria nuova: sono cose che ti restano nel cuore per sempre.

Rispondi a stee Annulla risposta

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>