Ignoranza mia

-

L’altro giorno, ascoltando la radio, mi sono ricordato di quando si sentiva parecchio in giro Rotta per casa di Dio degli 883. E mi sono ricordato anche che in quella canzone c’era un passaggio che mi è stato oscuro per anni. Ad un certo punto, Pezzali cantava “tutti con in mano birra e camogli noi, senza fidanzate stronze nè mogli, noi”. Siccome all’epoca ero veramente poco avvezzo all’autostrada e di conseguenza agli autogrill, non riuscivo a capire cosa fossero questi camogli. Mi ero fatto un’idea relativa a degli stuzzichini, che si spiluccavano insiema alla birra, tipo olive o arachidi.

-
Del resto non ero un tipo che si faceva ossessionare da queste cose. Ancora più giovane, ho canticchiato per anni La mia banda suona il rock di Fossati, compreso quel pezzo che fa “ci vedrete in crinoline, come brutte ballerine”. Se non ricordo male pensavo che il Crinoline fosse una qualche località, tipo la Siberia o la Provenza, ed ero a posto così.
-
Il vero shock ce l’ho avuto anni dopo. Per tutto il tempo della scuola dell’obbligo, ogni volta che si leggevano dei brani dei Malavoglia, io non avevo dubbi. Quando si parlava di lupini, di questa barca carica di lupini, di questo commercio di lupini, di questo debito dei lupini, io davo per scontato che si trattasse di quei semini gialli salati che si vendevano alle fiere. Certo, mi sembrava strano che li si trasportassero carichi interi via mare, ma tutto andavo a pensare, tranne che si trattasse di molluschi.
Fermi tutti, aggiornamento:
qui pare non solo che la maggioranza la pensasse come me (semini e non frutti di mare), ma che la mia (la nostra!) interpretazione fosse quella corretta. Alla faccia di quelli che mi hanno corretto irridendomi, un grande colpo per la mia autostima.

49 Responses to Ignoranza mia
  1. Antar Rispondi

    Ecco…
    Io con la convinzione che si trattasse dei semi gialli [le romane fusaje, per intenderci] ci sono arrivato fino a 34 anni suonati [oggi]…

  2. Viola Rispondi

    Io non ho mai capito se ‘troie’ fosse un sostantivo indipendente o l’aggettivo qualificativo di ‘fidanzate’.

  3. Achille Rispondi

    Cazzo, è vero, non diceva “fidanzate stronze”…

  4. Matteo Rispondi

    Noooooooooooooooooo!!!! Mi associo ad Antar…

    Ma allora non erano i semini! Shock estremo a 26 anni suonati!

    Io però avevo sempre pensato che si trattasse di “lupetti”, cioè maglioncini a collo alto (sono emiliano e dalle mie parti i lupini non vanno molto forte – in compenso si va a sciare, col lupetto sotto la giacca da sci), e mi chiedevo come una famiglia potesse andare in disgrazia per aver perso un carico di maglioncini di lana…

    Poi qualcune cha aveva girato il mondo mi disse che si trattava appunto di questi fagioli gialli, ed ora lo shock: erano molluschi.

    Vado a bere per dimenticare.

  5. limone Rispondi

    pensa che un mio compagno di classe all’epoca pensava fossero dei cuccioli di lupo…

  6. camillomiller Rispondi

    aspetta perchè me lo hai rivelato oggi a me . Ho sempre creduto che le fiere fossero alquanto fiorenti all’ epoca… tuttavia ritengo che anche tutti i miei professori la pensassero così…

  7. Mitì Rispondi

    Molluschi?
    Mi viene in mente quella maturanda citata nel mio “Stupidario della Maturità”:
    “Nei Malavoglia l’argomento di particolare difficoltà è quello dei “lupini”. Tutti li nominano, ma cosa siano nessun lo sa:
    -Commissaria: “Che cos’è la Provvidenza nei malavoglia?”
    -Esaminanda: “Barca”
    -Commissaria: “Ssssì…E poi? Chi c’era sulla Provvidenza?”
    -Esaminanda: “Bastianazzo”
    -Commissaria: “Va bene, ma cosa trasportava la Provvidenza oltre Bastianazzo?”
    -Esaminanda: “Lupini”
    -Commissaria: “(Sospiro) Allora?! Che succede?”
    -Esaminanda: “Naufragio”
    -Commissaria: “Oh! E Bastianazzo?”
    -Esaminanda: “Annega”
    -Commissaria: “E i lupini?”
    -Esaminanda: “Morti tutti”

    (per altre cose sui lupini, guarda qui: http://www.vigliero.com/stupid1.html ;-*)

  8. Achille Rispondi

    Sono molto confortato dal sapere di non essere il solo… grazie.

  9. eva Rispondi

    MOLLUSCHI????????????????????
    è proprio vero che non bisogna avere certezze nella vita

  10. stark Rispondi

    Faccio outing anche io sui semini gialli. Lo scopro solo adesso! Siam come gli alcolisti anonimi. Ma giurerei che anche le mie varie professoresse di italiano fossero parimenti convinte.

    Crinoline l’ho imparato presto, da buon cruciverbista. La crinolina viene citata più volte anche ne “L’amica di nonna Speranza” di Gozzano, suvvia, alle elementari l’avrai letta ;-)
    Sui Camogli, bisogna esser gente randagia (per me Camogli, prima di un panino o una città, è una via, trasversale a quella dove abito, ci passo davanti da sempre per tornare a casa).

  11. miic Rispondi

    Io sulla questione di cosa fossero i lupini ricordo una lezione al liceo (la più interessante in tre anni, dato il mio professore di italiano). Come equivoco sui testi delle canzoni (vecchio tormentone sofriano) confesso qui che per anni ho pensato che la splendida giornata di Vasco Rossi cominciasse “con una bati-i-da”. D’altra parte, non era un alcolista?

  12. gino Rispondi

    io ho sempre sostenuto che troie fosse sostantivo a parte

  13. Eve Rispondi

    Ricordo che per un po’ di tempo ho pensato che i lupini fossero dei tipi speciali di lupare: immaginavo i Malavoglia come una famiglia di malaffare coinvolta (per necessità, naturalmente) nel traffico di armi. Poi non so come mi è arrivata notizia che i lupini erano invece un tipo di legume simile alle fave. Mi sono sentita molto cretina ad aver pensato alle lupare in prima battuta e ho taciuto la mia vergogna.

    E ora tu parli di molluschi? Non mi fido…

  14. gb Rispondi

    I lupini erano molluschi….oh My God! Non ero pronta a tanto…..

  15. Joseph Rispondi

    Il Camogli…noi vacanzieri-emigranti che calchiamo le autostrade ogni anno sappiamo bene che cosa siano!..leggiamo solo il nome nel menu, noi nn possiamo mangiare viveri comprati per strada. Noi no. Li portiamo da casa i viveri per il viaggio..e che bastino per la prima settimana di soggiorno.

  16. la gentildonna Rispondi

    ah! dunque non si trattava di un carico di affascinanti ladri donnaiuoli? quante romantiche fantasie svanite nel nulla. mi ha fatto molto male.

  17. gualtiero Rispondi

    oi, un attimo: il dubbio sui lupini c’è, ma perché decidere in favore dei molluschi? C’è qualche fonte, qualche nota che fughi completamente il dubbio? Io sono andato a rileggermi quei passi del romanzo in cui vengono citati, e mi pare che l’interpretazione penda più verso i semi che non i molluschi – vedi ad esempio: “Con Piedipapera non poteva sfogarsi perché gli rimbeccava subito che i lupini erano fradici, e che egli faceva il sensale.” Ora, che senso ha lamentarsi che dei molluschi sono fradici? Lamentarsi dei semi fradici, invece, mi sembra abbia più senso. Poi lì son tutti pescatori, e padron ‘Ntoni, che mica era uno stupido, che fa, cerca di fare il colpo grosso con una partita di pesce (che tutti già pescano)? Si dice poi anche che i lupini “erano un po’ avariati”, e loro che fanno, li comprano (a credito!) lo stesso? Se son molluschi, non li rivenderebbero a nessuno; se sono semi, e sono una “grossa partita”, si riesce ancora a smerciarli. Tutto qua.

  18. N3mo Rispondi

    Ma infatti i lupin non sono molluschi O_o.
    O no?
    Trauma…

  19. Achille Rispondi

    Oh, a me m’hanno fatto venire i complessi dicendomi che sono questi: http://www.seaslug.org.uk/marinelife/species.asp?item=W21660

    poi ditemi voi…

  20. ciccio Rispondi

    io ammetto candidamente la mia ignoranza, ma wilkipedia sostiene che si tratti di legumi (quelli gialli)
    http://it.wikipedia.org/wiki/I_Malavoglia

  21. elena Rispondi

    Ma perchè non possono essere “quei” lupini? da qualche parte li dovranno poi prendere perchè arrivino nei centri sociali per anziani!
    Io voglio pensare che siano quei lupini.
    loopini rulez.

  22. bloggointestinale Rispondi

    già dicevo da altre parti che per il DeMauro, i lupini, non son mica dei molluschi: http://www.demauroparavia.it/65027 poi uno col dubbio, ci guadagna sempre, per cui non credo neanche al DeMauro, io.

  23. Disorder Rispondi

    Addirittura MOLLUSCHI? io per la verità sarei in errore anche nel caso si trattasse di semini, visto che non ho mai soddisfatto la mia ignoranza e ho sempre tenuto per buona l’idea che si trattasse di un qualche tipo di cioccolatino diffuso in Sicilia… (del resto, pensate se la partita di torroncini di Mastella fosse stata avariata: qualcuno sarebbe finito in rovina…anche se forse in quel caso avrebbe pagato lo Stato tramite i contributi pubblici a Il Campanile)

  24. tengi Rispondi

    …ma infatti non capivo perchè dovessero insistere nel commerciare via mare e a rischio della pelle quei schifosissimi semini gialli.

    E allora in Amarcord, che cavolo vendeva quel tipetto che bandiva “fave balocc’ lupin’ e brusculèin, da Biscéiv”???

  25. Disorder Rispondi

    Ah, per la canzone degli 883 anche secondo me troie è sostantivo: né fidanzate, né mogli, né tantomeno “ragazze da botta e via” (che nella Weltanschauung degli 883 non sono previste, essendo loro sfigati)

  26. gino Rispondi

    sciacquati la bocca prima di parlare degli 883 soprattutto di quelli del periodo repettiano, l’ultimo dei romantici.
    w baloo

  27. irene Rispondi

    Oddio ma sei sicuro che davvero non erano i semini?
    A me l’aveva detto la professoressa… forse c’era addirittura scritto sull’antologia!
    Trust no one, the truth is out there…

  28. Mitì Rispondi

    Ma chi ti ha detto che sono molluschi? Dai, che lo aggiungo alla prossima edizione…;-D*

  29. gino Rispondi

    però pensavo che per lupini, le fave, magari è difficile per un pescatore capire se dei legumi sono andati a male o no
    mentre dei molluschi andati a male puzzano una cifra e in più i malavoglia facevano i pescatori, quindi un pò ne dovevano capire.
    quindi o erano dei coglioni o erano fave

  30. kaos Rispondi

    Non credo che esistano in dialetto catanese dei lupini molluschi.
    Quanto al dubbio legittimo “perchè trasportare i semini con una barca e non arrivare a Riposto in carretto”, bisognerebbe rispolverare i vecchi ricordi scolastici e il concetto di “robba” verghiana. Per Padron ‘Ntoni quei semini sono l’unica fonte di sopravvivenza per l’intera famiglia, quindi meglio affidarli al figlio e alla fidata barca invece di avventurarsi nelle strade di campagna che conducono a Riposto.
    In fondo è come quando vinci 100.000 euro al gratta e vinci. Affidi il biglietto a un notaio o vai tu stesso fino a Roma a riscuotere la vincita e a depositarla immediatamente in banca? Forse una persona saggia opterebbe per la prima soluzione, ma un povero diavolo andrebbe a piedi in capo al mondo per essere sicuro.

  31. Smeerch Rispondi

    Tengi, schifosissimi de che?
    Mai guerra di sputi fu più divertente di quella fatta con la buccia dei lupini. :D

  32. kaos Rispondi

    Scusa, intervengo nuovamente, ma una mia fonte attendibilissima in un commento a questo mio post
    http://magma.iobloggo.com/archive.php?eid=423 ha confermato la tesi del lupino-vongola.
    Qui la foto del lupino
    http://digilander.libero.it/conchiglieveneziane/bivalvi/specie/DosiniaLupinus.htm

  33. scriptabanane Rispondi

    ah per carità!
    non ho più punti di riferimento. gli 883 si sono sciolti, i lupini non sono quello che avevo pensato. e adesso cosa? che steven seagal suona il blues e vuole salvare il mondo?
    già. uno dopo l’altro crolleranno i tuoi capisaldi. il problema sarà pagare il permesso di costruire…

    ciao.
    (akille ti permalinko)

  34. [...] BANANE un simpatico passatempo semicondominiale « one in the morning gnothi se aut... scriptabanane.wordpress.com/2007/11/20/gnothi-se-auton
  35. giacomo Rispondi

    no, non è possibile. i lupini sono lupini, semi tipo le fave, ma cos’è ‘sta storia dei molluschi?!?!?!? non ci voglio credere! secondo me si tratta di un semplice caso di sinonimi…

  36. A. Rispondi

    Signori, mi dispiace fare il Pellizzari della situazione, ma vorrei seppellire questa leggenda metropolitana. I lupini dei Malavoglia sono sicuramente i molluschi. * Per chi chiede come mai possono diventare fradici la risposta sta nel fatto che vivono sotto la sabbia, e per questo diventano “fradici” se tenuti nell’acqua. Non tutti i frutti di mare si conservano allo stesso modo, basta guardare un pescivendolo. Poi nei Malavoglia si parla anche di pescare, mi sembra assurdo pensare che possano pescare quei semini…
    E ancora, per chi dice che hanno paura di muoversi sulla terraferma, è un discorso che non regge. Perchè per tutto il libro si parla solo di pescare, e mai di andare a portare carichi chissà dove. E poi, la nave viene distrutta quando decidono di uscire in mare con una tempesta: sarà mai più pericoloso uscire con una tempesta o viaggiare con un carro?

  37. Ardesia Rispondi

    A un certo punto del romanzo si puntualizza che sulla barca c’erano 40 onze di lupini. Credo che l’indizio per scoprire se si trattasse dei semi o delle vongole sia questo. Scovando la corrispondenza tra onze e lire verso il 1860 e il potere d’acquisto della lira ci si potrebbe fare un’idea del valore del carico ;)

  38. ricambi originali Rispondi

    Ho chiesto a un’amica catanese: mi assicura per loro i lupini (o luppini) sono solo i semi gialli. Non ha conoscenza di frutti di mare con tal nome, ma ammette che anche da loro si discute sulla diatriba.

  39. lordpolo Rispondi

    Ma scusate, se fossero stati lupini – molluschi, per quale motivo avrebbero dovuto comprarli anziché pescarli per conto loro?
    A me ‘sta storia dei molluschi non convince neanche un po’…
    (urge seduta spiritica col buon Giovanni, non possiamo rimanere col dubbio, cacchio!)

  40. Antonella Rispondi

    Ma cosaaa????
    Sono legumi.
    Poi mi spiegate altrimenti dove hanno gli organi vitali, i lupini.

  41. [...] Non ho fatto in tempo a vederlo bene nemmeno in replica, ma sembra che ieri anche a DeeJay chiama Italia... akille.net/?p=1338
  42. denny Rispondi

    allora la mia prof quest’anno ha detto: “i lupini sono molluschi,tipo vongole, essendo i malavoglia pescatori… dovevate immaginarlo”.
    qualche ora fa ho sostenuto l’esame di maturità, e che mi chiedono?… COSA SONO I LUPINI?… io risp come la mia prof, e invece la prof esterna si mette a ridere e dice “sono legumi”.
    io ancora non l’ho capito……
    solo Verga sa cosa scriveva.

  43. [...] ci scrive per lasciare una testimonianza diretta di un’altra vittima del grande mistero dei lupini... akille.net/?p=1534
  44. MARSIE Rispondi

    ANDATE SU GOOGLE E SCRIVETE “TIPI DI VONGOLE” VI USCIRA’ : Le vongole di mare ce ne sono due tipi più conosciuti e sono: i lupini o vongole comuni e le vongole veraci…ETC

  45. MARSIE Rispondi

    E POI NOI QUI A NAPOLI LE VONGOLE PIU’ PICCOLE LE ABBIAMO SEMPRE CHIAMATE COSì..PESCIVENDOLO COMPRESO. A VOLTE DICIAMO ANCHE “I LUPINIELLI”. E ULTIMAMENTE ANCHE A LINEA BLU (TRASMISSIONE TELEV.)SI PARLAVA DEI LUPINI DI MARE COME UN TIPO DI VONGOLA PIU’ PICCOLA RISPETTO ALLA VERACE

  46. aelred Rispondi

    ma certo che sono i legumi.

    quella roba lì – i Dosinia lupinus – mica si mangia!

    e comunque se fossero stati frutti di mare padron ‘Ntoni li avrebbe pescati lui e non li avrebbi comprati a credito.

    che dite?

  47. [...] Si trovano in diversi luoghi del web accese discussioni sul tema, e Akille sul suo blog ne ha ospitate a... wittgenstein.it/2008/09/18/i-lupini-che-non-colsi
  48. [...] di cui è carica la Provvidenza all’inizio dei Malavoglia (letta con interesse qualche tempo da Ak... malingut.wordpress.com/2008/09/19/hitchcock-spiega-verga
  49. [...] qualcuno non mi ha detto “ma sei scemo, sono tipo delle vongole”. Da lì sono derivati un pa... akille.net/2008/09/19/il-codice-verga

Rispondi a gino Annulla risposta

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>