I wanna see i wanna hear

Premetto: è una cazzata, o meglio per dirla come l’avrebbero detta ai tempi di cui si parla, una tavanata galattica. Ma ieri sera guardavo la replica di Deejay chiama Italia con Jovanotti che parlava dei tempi del suo boom, e pensavo che per tutti questo 2008 sarà l’anno in cui rievocare i 40 anni dal fondamentale ’68, mentre per me sarà l’anno del ventennale dell’uscita di Jovanotti For President. E mi è venuta l’idea, sciocchina lo ammetto, di lanciare qualcosa, non so, una lettera aperta, una petizione, una campagna, per chiedere a Jovanotti di fare un concerto in cui suoni almeno Gimme Five, Gimme Five 2, Go Jovanotti Go, é qui la festa, Walking e tre pezzi di Gino Latino. Io ci metterei pure The Indian di Jeronimo. Ma sarebbe chiedere troppo, forse.

Aggiornamento: mi segnalano che Luca Sofri ha riferito questo appello a Jovanotti ospite su Radio2. Sofri vince una birra (o quello che beve, che non lo so). Forza ragazzi, crediamoci!

49 Responses to I wanna see i wanna hear
  1. elisabetta Rispondi

    sìsìsììsìsìsìsìsìsìsìsìsììsìsìsìsìsì
    si dice che i primi sei mesi di vita segnino tutta la propria esistenza, la mia esistenza è stata segnata da quella famosa estate ’88 all’aquafan e di conseguenza da quelle canzoni!
    immagina come sono messa, tipo chi prende un acido e non torna dal viaggio :)

  2. aluccia Rispondi

    dove devo firmare?

  3. Dario Salvelli Rispondi

    E magari gli 883 con Nord Sud Ovest Est in versione acustica.

  4. pierone Rispondi

    questo è il genere di post che fa di te il mio blogger preferito. gino latino è così proustiano, appena l’ho letto mi sono sentito riproiettato nelle feste delle medie (per me) (anzi le feste della terza media) dell’89

  5. spad Rispondi

    per motivi poco chiari anche a me, ho assistito al concerto “Un due tre, è finita”, messo in piedi per festeggiare la fine del suo anno di naja.. è stato davvero terribile.. roba da augurarsi che scoppiasse una guerra e lo richiamassero..

  6. Lollodj Rispondi

    Dio che ricordi: 123 casino in tv il sabato pomeriggio, Sanremo, il servizio militare nella stessa caserma in cui lo fece Celentano, il libro… si, qualcuno si ricorda il libro del Jovanotti anni 80? Credo si intitolasse Yo Brothers And Sisters, o qualcosa del genere.
    Comunque firmo la petizione all’istante!!!

  7. Maxime Rispondi

    A me in effetti sfugge il momento in cui Jovanotti è passato da “schifoso coglione che canta canzoni di merda per gggiovani sfigati” a “intellettuale autore di musica di un certo livello”. Cioè, se è sufficiente dichiarare il proprio amore per certi personaggi e per certe idee politiche, domani metto il banner di Che Guevara sul mio blog e cronometro quanto tempo ci metto a superare Beppe Grillo su BlogBabel. ;)

  8. maura Rispondi

    E intanto oggi esce Safari (il nuovo cd di Lorenzo-Jovanotti)…
    Io sono pronta a firmare la petizione :-)

  9. Achille Rispondi

    Dai Maxime, bisogna ammettere che forse considerarlo un cantautore raffinato è forte, ma si è dimostrato un autore di musica pop efficace e resistente al tempo. Pezzi come Piove, Serenata rap, Bella o Mi fido di te altri cantanti cercano di farli ma non ci riescono. Sull’impegno non mi pronuncio, diciamo che in certi ambiti basta, poco, e il confronto è con gente che non ti dice come la pensa su un qualsiasi tema sociale manco se lo preghi, pur di non perdere nemmeno un potenziale acquirente.

  10. Signor Ponza Rispondi

    C’è da dire che già nello scorso tour, il Buon Sangue Tour, Lorenzo suonava un medley che conteneva sicuramente Gimme Five (1), E’ qui la festa, forse Go Jovanotti Go e qualche altre canzone d’annata che ora mi sfugge. In effetti direi che sono passati anni a sufficienza per ri-ascoltare canzoni che erano piuttosto bruttine e apprezzarle per quello che hanno rappresentato e quello che ricordano.
    Io sto ascoltando proprio ora il nuovo album e un pochino si giustifica l’appellativo “autore di musica di un certo livello”. “Intellettuale” lo lascio decidere ad altri, però Safari ve lo consiglio.

  11. Achille Rispondi

    Vero: http://film-dvd.dvd.it/jovanotti-buon-sangue-live/dettaglio/id-494250/ qui risultano in scaletta Go Jovanotti Go e Gimme Five. Allora forse possiamo puntare al bersaglio grosso: tutto For President + Walkin + Gino Latino.

  12. Renato Rispondi

    Come special guest Rick Astley, che davvero ci manca con le note basse di “Never gonna give you up”.

  13. Eve Rispondi

    Rick Astley! Rick Astley!!!

    Si può chiedere che vengano proiettati i video originali su megaschermo dietro al palco?

    Grazie per la lodevole iniziativa,

    E.

  14. Giovanni Rispondi

    x Spad
    per motivi invece a me molto chiari (ciao Litz) all’epoca assistetti alla registrazione di una puntata di 123 Casino.
    Tutt’oggi nei miei incubi peggiori sono perseguitato dall’immagine di Jovanotti vestito da Blues Brothers ;-)

  15. catepol Rispondi

    dov’è che bisogna firmare???
    presente, firmo l’appello…
    rispolvero i 45 giri (ce li ho ce li ho ce li ho…anche Gino Latino)

    e son pronta…
    quando è la data che me la segno????

  16. catepol Rispondi

    da qualche parte c’ho anche il libro. Giuro. Ora lo so che perderò con questa affermazione più di un lettore…però giuro che ce l’ho.
    Yo fratelli…Yo

  17. Samuele Rispondi

    Io vorrei anche sentire: “No vasco no Vasco io non ci casco, per quelli che la notte ritornano alle tre”, oppure “Sei come la mia moto sei proprio come lei, andiamo a farci un giro fossi in te io ci starei”.

    Che Jovanotti di cazzate ne ha cantate diverse… ;-)

  18. luko Rispondi

    Sarà quel che sarà ma a me Jovanotti piaceva più all’epoca che oggi…
    “Sei come la mia moto” è stato un pezzo della mia vita, “No Vasco” la cantavo a squarciagola finchè non se l’è imparata pure mia madre. “Gimme five” non mi piaceva. E’ stato il periodo in cui sono passato da Cristina D’Avena a Jovanotti e Madonna… Invidiavo il chiodo rosso di Jovanotti ma non avrei mai avuto il coraggio di indossarlo. Un tipo a scuola mia ce l’aveva. Aveva 18 anni e ancora stava in terza media… aveva la scuola ai suoi piedi… Che tempi… oddio come passa il tempo…
    Cmq io firmerei…

  19. Smeerch Rispondi

    Catepol, anche io ho il libro “Yo Brothers and Sisters! (Siamo o no un bel movimento?)”
    Se c’è da firmare firmo. Però io voglio che canti “I need you” da “Jovanotti for President” più “Gente della notte” e “Sceriffo O Bandito” da “Giovani Jovanotti”.

  20. [...] Oggi sconfinamento anni 80: questo blog sostiene e incoraggia la petizione lanciata da Akille in occasi... anni90.org/2008/01/giovani-jovanotti
  21. Antonio Rispondi

    Secondo la pagina di Wikipedia sugli 883:
    “La prima occasione per mettersi in mostra arriva nel 1989, quando i due partecipano alla trasmissione “1-2-3 Jovanotti”, condotta dall’allora emergente Jovanotti. I due, che si fanno chiamare col nome di “I Pop”, cantano dei loro pezzi in inglese (uno di questi intitolato Live in the music) dalle sonorità piuttosto rap, ma l’esperienza si conclude lì, e apparentemente anche la loro avventura nel mondo della musica.”
    Ecco, io invece offro un giro di cedrata a chiunque mi recuperi *questa* registrazione.

  22. mikebongiorno Rispondi

    si lorenzo, fallo, che stavolta potremo venirti a sentire senza dover convincere mamma ad accompagnarci al concerto.

  23. medo Rispondi

    Come si può dialogare con cervelli che hanno l’1% dell’area cerebromusicale occupata da Jovanotti. Eh? Mi sembrerebbe di parlare di scienza e tecnologia con quelli che poi la domenica vanno a messa…

  24. lerds Rispondi

    Firmo anch’io. A patto che suoni anche Ragamuffin, la mia moto e bella storia!

  25. orsodingo Rispondi

    sottoscrivo pure io. Però è fondamentale che suoni gimme five 3 (rasta five) !!!

  26. chamberlain Rispondi

    io firmo perché le suoni con il pensiero.

  27. mario de santis Rispondi

    Pensa che io l’ho sempre associato quell’esordio al periodo più buio dell’Italia. io avevo 24 anni e ormai ero sfinito da quasi un decennio di anni ’80 – molti ricchi di creatività, contrariamente a quanto si dica in genere. Però jovanotti e la sua “festa” erano il trionfo del cazzeggio e – detto col vecchio sostantivo – del disimpegno. Era l’epoca Craxi-Milanodabere ecc. Curioso che la sua “svolta” avvenga nel periodo ancora più buio, il pre-tangentopoli del 1992. Quando l’Italia e i 30enni italiani di allora (me compreso) nel 1994 fanno registrare il punto più basso di natalità della storia umana e quando si preparano a votare in massa (l’80%) per Silvio Berlusconi, quegli stessi 30enni – e i più giovani soprattutto – decretano il successo dell’ex-jovanotti, ora Lorenzo che cantava quell’anno:
    “Io credo che a questo mondo esista solo una grande chiesa
    che parte da Che Guevara e arriva fino a Madre Teresa
    passando da Malcolm X attraverso Gandhi e San Patrignano
    arriva da un prete in periferia che va avanti nonostante il Vaticano

    Quel che è successo dopo, lo possiamo rileggere nei 12 anni di berelusconismo che sono venuti dopo e che sono stati il prolungamento di un’idea della vita che trova proprio nel jovanottismo, nel cecchettismo, nel modello milano il suo emblema. Nonostante Lorenzo Cherubini avesse preso tutta un’altra strada.
    Allora mi chiedo se i fan di Jovanotti del 1994 – e a seguire – non ascoltavano le parole del loro idolo o se, come sempre, sono solo canzonette e – nel segreto dell’urna – Dio ti vede, ma Stalin no (e nemmeno Jovanotti che però da quella gioventù beata e orgogliosa del proprio disimpegno ha tratto profitto, rifilandogli l’icona del santo laico camminatore, che gira il mondo a lanciare slogan e anatemi. Quei giovani (rimasti però “giovanotti per troppo tempo, vedi 30 enni peter pan che durano fino ad oggi) hanno agitato il santino laico di Lorenzo – “mai più!” o “”cancella il debito”) mentre le loro coscienze e i loro portafogli le loro scelte di valori, le loro idee sul mondo, sulla politica, andavano da tutt’altra parte.

    Possiamo dire che (parlo della figura artistica non dell’uomo, della persona) Jovanotti era odioso ma ha influenzato la sua generazione, mentre Lorenzo Cherubini era apprezzabile, ma non ha spostato di una virgola la sensibilità del suo largo uditorio.
    Come mai? ai “poster” l’ardua sentenza.

  28. Joseph Rispondi

    Sottoscrivo..il primo cd mp3 che ho fatto per la mia macchina inizia con “attaccami la spina”

    http://it.youtube.com/watch?v=_KGcXMfn9XE

  29. orsodingo Rispondi

    a proposito, qualcuno mi può confermare che il primo lavoro di jovanotti è stato un remix di get into the groove di madonna? Risulta a qualcuno?

  30. davide-k Rispondi

    mario, me fai morì. sei un grande :)

  31. Zoostation Rispondi

    Akille,
    Firmo assolutamente la petizione, posso avere in scaletta anche “scappa con me?”, che la dedico alla ex-morosa di quando avevo 14 anni?

    Mario,
    da un punto di vista di influenza “sociale”, probabilmente hai ragione tu.
    Da un punto di vista prettamente musicale, quello che è sicuro è che il “secondo” Lorenzo ha sdoganato l’hip hop (cantato in italiano) alla massa (vedi “serenata rap”), mentre il primo non ha lasciato grandi traccie.

    In ogni caso, la cosa che ho sempre apprezzato del Sig.Cherubini è che è sincero in quello che fà, o così a me pare.
    Alla fine si è preso anche delle grandi bastonate ai tempi di “Salvami”.

    Ciao, Z.

  32. Luca Rispondi

    Latino, Lato B, versione instrumental… La uso ancora oggi, ogni tanto, in qualche DJ-Set….

  33. luko Rispondi

    Mario hai ragione, ma penso una cosa: Jovanotti è orecchiabile, non è detto che tutti quelli che lo ascoltano la pensano come lui o danno peso alle cose che dice. Non mi capita di incontrare tra quelli di sinistra persone che lo amino particolarmente, anzi, è spesso accusato di essere molto furbo. In effetti una cosa da dire c’è: ogni tanto tira fuori nei suoi testi qualche impegno politico o su per giù e forse il tutto lascia un po’ il tempo che trova. Io devo dire che non lo seguo molto anche se comunque apprezzo il fatto che ogni tanto metta la sua faccia per dire delle cose interessanti. Capisco anche che un disco tutto impegnato dopo un po’ rompe… un po’ di leggerezza ci vuole, credo… è un po’ quello che è successo con Fabrizio Moro dopo Sanremo. Vince con un brano impegnato e il resto del disco non c’entra niente. E viene accusato di furbizia, di aver leccato il pubblico sanremese e non con una canzone impegnata e poi basta.
    Comunque per molti (della sinistra, direi,) Jovanotti non è sufficientemente credibile. Però piace ai giovani (che non votano Forza Nuova, ovviamente), che io definirei “non consapevoli”. Mi ricordo benissimo di queste persone ai tempi del liceo. a parole tutti comunisti convinti, in pratica erano tipi da “Maestà il popolo non ha il pane”. “Non ha il pane? Beh, dategli le briosche…”. Credo siano in parte gli stessi che si sbrodolano nei pantaloni quando Grillo (o chi per lui) va in piazza a dire cose “di sinistra”.

  34. [...] « I wanna see i wanna hear  [...] ... akille.net/?p=1268
  35. charlie68g Rispondi

    Firmo anche io e subito
    Ho ancora in giro il suo primo LP e da qualche parte devo avere anche le password per accedere al suo vecchio sito.
    La puzza di benzina, mi fa girar la testa…

  36. Ignax Rispondi

    io ci sono…. dalla sardegna con furore per il lorenzo il magnifico..e deve venire anche qui

  37. BORDO Rispondi

    Da buon riccionese e fanatico del LORENZO NAZIONALE non posso che sottoscrivere…..
    Dentro l’album de “Sei come la mia moto” c’era una cartolina da spedire x vincere una HARLEY 883…..Avevo 10 anni, ma l’ho spedita lo stesso…..Spettacolo!!!!!!!!!!!!!!!!
    BRAVI RAGAZZI!!

  38. Lillaforever Rispondi

    … Avevo solo 7 anni allora… e il mio babbo si mise le mani fra i capelli quando per casa canticchiavo “No Vasco No vasco io non ci casco per quelli che la notte ritornano alle 3!… Vasco tu sei noi… Non ci sputtanare dai”… o insomma qualcosa del genere!!! Va bè ora sono cresciutella… e credo che al di là di destra o sinistra… che su, lo vediamo oggi a che punto siamo tra destra e sinistra…Lorenzo sia cresciuto insieme a me e le sue canzoni mi hanno dato sempre ciò che cercavo in quel momento… bè direte… sei come la mia moto a 7 anni o poco più… ebbene mi divertivo troppo a cantarla a squarciagola ed a ballare per casa!!! Safari è un album fantastico, un vulcano per me… ma rivedere come Jova possa reinterpretare quelle canzoni… direi GANZISSIMO!!! 30 e lode a chi l’ha pensato… e cos’è che devo firmare? Jovanotti for President??? MAGARIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  39. francesca Rispondi

    dai si!!! Lorenzo accogli questa richiesta!!!! io all’epoca mettevo le canzoni nel jukebox…poi mi nascondevo perchè un po mi vergognavo di aver scelto e riscelto lui!!! adesso non mi vergogno piu anzi sono fiera della tua crescita e di me, che ti ho dato fiducia fin dall’inizio!!!

  40. nicola Rispondi

    magari…..dove firmo !!! il vinile è appeso al muro dlla mia camera ancora oggi conosco a memoria i testi….vai jova

  41. sal di maggio Rispondi

    sono un rapper,e gimmi five è straordinaria!
    vai così

  42. DIMO Rispondi

    si potrebbe anche chidegli un formato tipo 1,2,3 festa che faceva su italia 1 alle 13 all’epoca … chiamava a cantare afrika bambaata public enemy beasty boys ecc … metà d questi sono dentro o ai domiciliari :-)

  43. Nok Rispondi

    Scusate sarà perche io sono di un altra generazione ..mah..diko io..non vi sembra di esagerare?! c’è fatemi capire..voi rivorreste il jovanotti del 88?! ma vi sembra normale?! c’è vi semrba normale ke un uomo di 40 ritorni a fare quello ke faceva a 20 anni?! ce non vi pare leggermente ridicolo?!..non so a voi ma a me si..in tutto cio parlo da fan di lorenzo..ma vivete adesso!! non siamo piu negli anni 80 lo volete caire o no?!

  44. davide-k Rispondi

    sarà perche io sono di un altra generazione

    Scrivere “cioè” una volta “c’è” e una volta “ce”. Scrivere “ke” al posto di “che”. Due puntini (ma poi perchè non tre?) al posto delle virgole e soprattutto al principio di una frase. Ma io dico:

    non vi pare leggermente ridicolo?!

    effettivamente io faccio ancora fatica a caire.

  45. alessandra Rispondi

    Ho il libro..ho quest’album…e tutti i suoi lavori usciti fino ad oggi.io all’epoca avevo solo 8 anni ma sono cresciuta con un fratello adolescente che quell’estate mi buttava giù dal letto con Gimme Five. Come si dice: “il primo amore…”
    Ho quasi pianto quando un po’ di anni fa ha riproposto in tourneè “La mia Moto”…pensa un po’ un intero concerto di nostalgia….
    Io ci sarò!

  46. gianluca Rispondi

    approvo alla grande ho amato e amo tutt’ora (purtroppo) solo quel Jovanotti, forse xk fa parte della mia jovinezza che ricordo con molto piacere e tanta nostalgia…quando mi trovavo da solo contro tutti a dire che Jovanotti era 1 grande…chi ci capiva invece mi prendeva x il culo apostrofadolo come una ridicola meteora…poi i tempi in piscina a Voghera con lo stereolone a palla con Go Jovanotta Go che tempi…la mia prima ragazzina mi ha piantato…io 17enne lei 15 diceva che ero un bambino xk canticchiavo sempre “i numeri” specialmente la parte che dice “3×3 33″ era così che rispondevo a chi mi dava del bambino…pensate un po’ se dovevo fare l’adulto a 17 anni…non mi ci sento adesso che ne ho 35!!!
    Approvo alla grande anche il progetto Gino Latino the prince of the house sound in camera ho ancora il poster.
    un concerto del genere verrei a vederlo in capo al mondo!!!!
    ciao a tutti Gianlu 73

  47. Cristiano Rispondi

    Sia chiaro che per me Jovanotti è morto musicalmente dopo quel disco.
    Dopodiché il buon Lorenzo, vista l’aria che tirava, ha messo una bella bandiera di Cuba sulla retrocoprtina di uno dei suoi cd, si è fatto crescere la barba e ha smesso di cantare in inglese.
    La massa prima lo odiava, poi lo ha amato.
    Per la serie, se Maometto non va alla alla montagna, è la montagna che va da Maometto!!!

  48. [...] fatto un paio di post, ho aperto un MySpace (all’epoca andava ancora MySpace, chissà se oggi con ... akille.net/2008/11/24/ammettere-i-propri-fallimenti

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>