Da grande farò il Volo

Non ho tutta questa dimestichezza con i giovanissimo d’oggi, e quindi non so se davvero i ragazzini del 2008, interrogati sul tema “cosa vuoi fare da grande”, rispondano “la velina” o “il tronista”.
Però so che se fossi un ragazzino del 2008 io, e fossi un ragazzino sveglio, risponderei “il Fabio Volo”. Non tanto nel senso della persona Fabio Bonetti in arte Volo, ma proprio in quanto figura professionale in grado di convincere i propri datori di lavoro a mandarlo un anno a Barcellona, un anno a Parigi, un anno a New York, magari dicendo “lavoro da lì, non è una buona idea?”.
Una cosa che mi fa provare un’ammirata invidia, paragonabile solo a quella che nutrivo per i coniugi Roversi ai tempi di Turisti per caso.

Fabio Volo – Italo americano

19 Responses to Da grande farò il Volo
  1. Emanuela Rispondi

    E io da allora lo odio.
    Quasi quanto per la sua capacità di scrivere libri identici tra loro e riuscire comunque a vendere col botto.
    Si, sono una mediocre donnetta invidiosa.
    E lo odio lo stesso.:-D

  2. la gentildonna Rispondi

    Il ragazzo è evidentemente un vincente. Lo dimostra il fatto che persino chi dice di odiarlo riesce in qualche modo a sapere che i suoi libri sono tutti uguali…. :p

  3. Emanuela Rispondi

    E li ha ricevuti tutti in dono per il compleanno, durante gli ultimi anni…mooolto preoccupante (il problema è mio o di chi me li regala?).
    C’è di buono che li leggi in mezz’ora e passa la paura…:-D

  4. benty Rispondi

    mi consenta, ma il tuo blog non mi fa lasciare commenti nostalgici e precisini sul post che parla dei m/a/r/r/s/

  5. Achille Rispondi

    provvedetti

  6. la gentildonna Rispondi

    ah, ovviamente prima di fare il volo devi fare il pane, se no non funziona.

  7. Smeerch Rispondi

    Ma io lo desidererei anche solo per avere un’oretta quotidiana a Radio Deejay. :)

  8. Achille Rispondi

    leetah: oh, poverino, mi viene da piangere.

    lagentildonna: ma perchè, Volo prima faceva il panettiere? Non mi sembra di averglielo mai sentito dire…

  9. Emanuela Rispondi

    Il panettiere? Nooo, ma questo cambia tutto!!!!:-)

  10. Jo Rispondi

    Un qualunquista pieno si se.

    Puoi diventarlo anche senza chiamarti Fabio Volo caro Akille.

  11. Smeerch Rispondi

    Sì confermo. Fabio Volo faceva il panettiere prima di iniziare a fare spettacolo (diciamo così).
    Strano che non l’abbiate sentito dire. Lo ripete continuamente.

  12. Achille Rispondi

    smeeeeeerch, eravamo ironici :)

  13. andrea poulain Rispondi

    smeerch hai un dono inglese dell’umorismo.
    cmq Volo si può sintetizzare cosi: pane,pippe,porno.
    le tre p italiane, magari si candida.
    per i roversi massimo rispetto però,sono più simpatici e vanno alle vanuatu a esplorare la natura non a new york a fare i fighi con l’iphone..
    brutta bestia l’invidia cmq..

  14. davide-k Rispondi

    io invidio di più il non giovane di Mtv.

  15. Emanuela Rispondi

    E’ vero, è una brutta bestia, per questo la ammetto pubblicamente. La divido con voi e mi sembra meno grave… :-)

  16. akiro Rispondi

    ‘azz il pane mi piace, pippe e porno nella norma (per un maschio), per cui…

    Grande Volo!
    Peccato che m’era più simpatico qualche tempo fa’…

    e non ho mai letto suoi libri

  17. Domiziano Galia Rispondi

    In fondo Fabio Volo è l’altra faccia del tronista. Entrambi non dico senza qualità, ma senza le qualità per fare quel che fanno, solo uno è figo, l’altro è non figo.

  18. Smeerch Rispondi

    Ops, non ho colto l’ironia. :-P
    E comunque outing: io di libri di Volo ne ho letti 2 su 4. I primi due, per la precisione. E devo dire che il primo mi è anche piaciuto.

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>