Alla conquista del nord produttivo

Spiace sottolinearlo, perchè recentemente l’abbiamo vista alla grande nell’ultimo film di Virzì, ma non posso non lamentarmi pubblicamente per il peggior spot radiofonico della stagione, che da qualche mattina mi sorbisco tramite la radiosveglia.
Ovvero quello in cui la Ferilli pubblicizza una catena che vende sofà, scandendo lo slogan “e beato chi so-o-fa, il so-fà”.

5 Responses to Alla conquista del nord produttivo
  1. Smeerch Rispondi

    L’agenzia di pubblicità sarà mica romana?

  2. Giamaica Rispondi

    Odiosa, veramente. La becco sempre in macchina e cambio canale all’istante, come con tutte le pubblicita’ del tictac con la hunziker

  3. barnabo Rispondi

    ma beato chi sa-a-fa sul sofà…. ehm…chiedo venia ma l’ormone ha preso il sopravvento….

  4. giulio b. Rispondi

    non mi trattengo dal segnalare la più brutta pubblicità cartellonistica mai vista: Tipo piacione con sorriso marpionesco, vignetta “Noi te LO* diamo facile!”, e in fondo “* Il prestito!”. Nel Valdarno è onnipresente, e ancor più triste di Aznavour

  5. Aresho Rispondi

    Il peggior cartello è quello che all’entrata di Pomezia mostra la beceritudine della popolazione.
    http://www.flickr.com/photos/bupiworld/2076226347/

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>