Prendere a morsi i server

Dopo il post precedente non posso non segnalare anche io, dopo una fracca di blogger, il video in cui Davide Rossi, presidente dell’Univideo, dice che internet non serve all’umanità e non ha risolto il problema della fame e della povertà nel mondo.

Tralasciando tutte le polemiche relative al discusso ruolo di ghostwriter di Rossi in una proposta di legge dell’On. Carlucci, la cosa interessante è che sia in un discorso en passant di Umberto Smaila, che in un’articolata esposizione di un addetto ai lavori dell’editoria, ritorna questa pensante accusa ad internet: non ha risolto i problemi del mondo, non ha eliminato la fame e la povertà.
Pensa tu.

7 Responses to Prendere a morsi i server
  1. Emanuela Rispondi

    secondo me questo signor Rossi nn usa molto internet.. altrimenti nn potrebbe dire che nn serve,considernado il grande uso che ne facciamo.. è un immensa encicopedia, che ci permette di colmare ogni dubbio!!
    certo nn ha risolto la fame nel mondo… è quindi? quello credo sia un altro discorso!!
    a permesso a molte persone di avere dei guadagni anche attraverso dei siti..
    e a fare conoscere la propria attività in tutto il mondo senza dover spendere molti soldi per pubblicità.. nn mi sembra poco!!!

  2. lattis Rispondi

    D’altronde, nemmeno l’onorevole Carlucci serve a risolvere i problemi della fame nel mondo e della povertà, quindi la abbatterei. Così come il sig. Rossi. Se però la Carlucci vendesse qualche macchina e qualche casa e donasse i soldini a un’ente tipo medecin sans frontieres o emergency, forse un po’ di fame nel mondo la eliminerebbe…

  3. miic Rispondi

    alla fine me l’avete fatta guardare (sono arrivato fino ai nòmoi). che dire, è la megalomania a colpirmi, soprattutto. questo vuole chiudere internet per vendere un paio di dvd di natale a rio in più. mi ricorda benigni in Non ci resta che piangere, quando voleva impedire la scoperta dell’America perché la su’ sorella era innamorata di un soldato americano.

  4. luigis Rispondi

    Ma secondo te, questo Davide Rossi non rappresenta pienamente l’uomo medio italiano che magari se si comporta bene può trovare spazio anche in parlamento ?(lo vedrei bene accanto alla Carlucci)
    Bene signori la realtà è questa (in Italia):
    molti misurano Internet non per quello che è, ma per quello che può fargli. E Davide Rossi dice di temerla perché al momento non esiste/conosce un mezzo che gli permetta di guadagnarci su.
    Tra qualche anno quando tutti da casa compreremo tramite Internet un suo film e lo vedremo direttamente in un box digitale, riprenderemo questo video e gli potremo dire, visto che Internet non serve a nulla restane fuori.

  5. godzilla Rispondi

    ci vuole stomaco forte per sentire certe cose e restare indifferenti… la cosa grave è che sono questi i personaggi a scrivere i testi delle leggi (che poi la maggioranza approva, ci mancherebbe. e l’opposizione? ah, già.)

  6. Giulias83 Rispondi

    Davide Rossi santo subito… macché lobbista, dategli una cattedra di greco antico che più o meno lì è rimasto… qualche citazione settecentesca, un pizzico di tutela dei minori, spolveriamo con amanda knox su una base di interessi sonanti e… gabriellaaaaa! vieni, è prontooooo!

    Bellissimo vedere come da un certo punto in avanti (Internet non ha fatto nulla per la cultura) non lo prendono più sul serio, quello accanto gli ride praticamente in faccia. Lo voglio trasmesso a reti unificate, così è la volta buona che la TV chiude ^^

  7. loki Rispondi

    Francamente imbarazzante.

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>