Il solito giro

Sfogliando Repubblica, mi imbatto in questo articolo che dice che quasi 3 su 4 degli italiani che navigano on line visitano solo 3-4 siti ogni volta che si conettono ad internet, e di solito sono sempre gli stessi. La percentuale non scende di molto negli altri paesi, dove il 65% degli intervistati afferma di fermarsi a sei siti per sessione.

Riservandomi di approfondire, e consapevole del fatto di appartenere (probabilmente insieme a chi sta leggendo) alla parte più connessa, navigante e navigata della popolazione italiana, ho subito aperto Chrome.

Questo perché il browser di Google ha questa abitudine di aprirsi con una specie di classifica visiva dei siti più visitati dall’utente. Una piccola galleria con le immagini delle nove pagine più frequenti.

Dopo qualche mese di utilizzo quotidiano, i primi sei siti in questo momento sono: Friendfeed, Facebook, il mio blog, un servizio di feed, l’home page di Repubblica, la mia mail. Che, ad occhio, sono lì in quella pagina dall’inizio.

Li guardo, e  penso che anche questo è un modo di analizzarsi, di vedere quanto internet sia un mezzo per informarsi, un posto dove incontrarsi, un luogo da presidiare per non perdere i contatti.  Poi comincio a navigare su dei siti presi a caso.

3 Responses to Il solito giro
  1. Ulrike Rispondi

    Facebook, lo Spiegel online, last.fm, youtube, Repubblica. :)

  2. Milla Rispondi

    io la mattina apro circa 35 blog (in rigoroso ordine alfabetico: Akille.it è il primo) poi il sito del corriere e quello di repubblica… troppa roba?

  3. Viditu Rispondi

    omg una che ancora non è entrata nel tunnel dei feed… beata ingenuità…

    la riflessione è tutt’altro che sciocca, e smentisce tutti quelli che hanno paura che un giorno ci ridurremo a relazionarci puramente via monitor e tastiera. la mente umana non è fatta per questo e non lo fa… anche i mille mila amici su fb, alla fine le interazioni costanti, e ci sono studi che l’hanno misurato, si avvengono con non più del 5% dei contatti. un po’ come succede nella vita vera. tanti conoscenti, ma pochi veri amici

    cmq stumblepon aiuta…

Rispondi a Ulrike Annulla risposta

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>