Del nostro sangue

Chi segue questo blog sa che difficilmente salgo in cattedra a spiegare qualcosa o a dire che sono sicuro che è come la penso io e a cercare di convincervi di fare qualcosa perché l’ho fatto io. Però per una volta tanto vorrei dirvi: fate come me. Di più, vorrei lasciare questo: “fate come me” come post in testa a questo blog sonnolento e vacanziero.

Perché ieri, dopo una pausa dovuta a motivi vari, ho ripreso a donare il sangue. E quindi volevo dirvelo: fate come  me. Perché è una piccola cosa, ma utile. Perché non devi programmarlo chissà quanto tempo prima, ed è difficile trovare scuse (quelle che troviamo quando ci facciamo venire in mente di andare a fare volontariato per sei mesi in India o di donare tutti i nostri averi ai bambini poveri del Mozambico), ed è una cosa che serve sempre e (che io sappia) non ha molte controindicazioni.

Donate il sangue, se potete. Ci vogliono pochi minuti, di solito chi si occupa di voi in quei minuti è gentilissimo, ed è uno dei modi più semplici per sentire di aver fatto una cosa buona.

E buone vacanze.

8 Responses to Del nostro sangue
  1. vorrei ma non posso Rispondi

    vero, ed è importantissimo farlo soprattutto d’estate nelle città che si svuotano e il sangue…langue

  2. Achille Rispondi

    è ovvio che se uno non può (sottopeso, operazioni, tatuaggi, malattie, etc etc) non può

  3. Antar Rispondi

    Verissimo.
    Fate come lui.
    Io lo faccio 3 o 4 volte l’anno e non ho mai avuto problemi.

    E, praticamente, non ci sono scuse o controindicazioni o come le volete chiamare.

  4. Antar Rispondi

    Ah…
    E [per lo meno l'ASPEM di Roma] ogni volta ti fa pure un regalo.
    Doppi ingresssi per i musei comunali, calendari, penne, parasole da macchina, ombrelli etc.
    E, ovviamente, c’è la colazione [o il panino, a seconda dei casi] offerta/o.

  5. Silvio Rispondi

    Anch’io. Nel senso che anch’io lo faccio e anch’io lo consiglio. Ed è una cosa semplice. E intanto uno si fa pure il “tagliando” perchè donare il sangue significa anche dare un’occhiata che vada tutto bene al nostro corpicino.
    Andateci, andiamoci.

  6. Emanuela Rispondi

    Sei il mio orgoglio, lo sai, vero?

  7. Emanuela Rispondi

    Anche noi donatori ADSPEM, Antar!:D

  8. Cossiga Mon Amour Rispondi

    si può sempre donare il sangue, anche con tatuaggi e forature varie. basta essersi trapassati o colorati la pelle almeno 9 mesi prima di aver fatto i marker per l’epatite e test hiv. eppoi a mignotte si va con il preservativo. se questi accorgimenti sono stati adottati, si può tranquillamente donare il sangue, basta averne la volontà.

Rispondi a Antar Annulla risposta

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>