Scommettiamo che indovino chi vince?

Durante un Barcamp di qualche tempo fa il professor Davide Bennato (uno capace di citare Robocop 3 per spiegare gli strumenti della democrazia partecipativa) ha tenuto un intervento appassionato su un fenomeno che non conoscevo per nulla: quello dei mercati predittivi.

Si tratta (scusate la spiegazione un po’ rozza) di una specie di gioco basato su scommesse relative a importanti eventi pubblici. La cosa interessante è che studiandoli ci si accorge che gli scommettitori  sono spesso in grado prevedere degli avvenimenti anche con largo anticipo, come successo ad esempio con la vittoria di Obama.

La cosa è diffusa negli Stati Uniti, ma poco conosciuta in Italia. Ieri Vincenzo Cosenza mi ha segnalato un esperimento che sta seguendo, per testare i mercati predittivi su due eventi italiani: le primarie del partito democratico e, soprattutto, la finale di X Factor.

Se vi interessa, è spiegato tutto meglio su Vincos.

2 Responses to Scommettiamo che indovino chi vince?
  1. Davide Rispondi

    E’ una delle migliori definizioni del sottoscrito che abbia mai letto :-)

  2. [...] PS: ringrazio pubblicamente Achille, che nel raccontare questo esperimento mi ha evocato con la più bel... tecnoetica.it/?p=450

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>