All right?

Durante le vacanze non avevo una connessione decente, quindi c’è un una cosa che mi è rimasta qui mentre leggevo i giornali.

In realtà è una sciocchezza (non così sciocchezza da non prendersi tutta la pagina di un quotidiano) che mi rimane qui tutte le volte che ciclicamente riciccia.

Insomma: per quale benedetto motivo bisognerebbe considerare Prisencolinensinainciusol (gran pezzo, per carità) di Celentano come prima canzone rap?

8 Responses to All right?
  1. Giulia Rispondi

    Chiedilo a Emiliano, che ci ha fatto un post da poco.

  2. Achille Rispondi

    Ho letto (http://stereogram.menstyle.it/621/prisencolinensinainciusol-all-right) forse ha ragione lui quando dice che qualsiasi cosa dicano “gli americani” noi abbocchiamo, però non capisco, questa “teoria” gira da anni, chi è il primo che l’ha messa in giro?

  3. Limo Rispondi

    Mi pare che gli ingredienti ci siano tutti: musicalmente un giro in loop e vocalmente una “filastrocca” parlata.

    Però è la stessa domanda che mi faccio io: cosa c’azzeccano i Led Zeppelin con l’heavy metal?

    Sarà che agli occhi dei “profani” quando una canzone si avvicina all’idea che si ha di un genere musicale, viene naturale considerarlo un precursore.

  4. Achille Rispondi

    Ma l’essenza del rap è il testo, è una musica fatta da tizi che parlano su una base, raccontando qualcosa, foss’anche di Gnocca e Macchinoni, ma lo fanno, sforzandosi di mettere in rima le parole per far vedere che sono bravi (basti pensare alle “battaglie” tra rapper).

    Che c’azzecca una canzone che non ha una parola di senso compiuto e nemmeno una rima?

  5. Silvestro Rispondi

    Va be che Celentano è un grande o per alcuni lo è stato, ma ultimamente lo si è un po mitizzato.
    Tempo fa parlando con un amico mi disse che secondo lui è stato un grande attore, qui sento che quella canzone, che non scrivo il titolo per ovvi motivi, sia stata l’antenata del rap, fra un pò si sentirà dire che ha il dono dell’obiquità.

  6. giorgia Rispondi

    La prossima volta che becco Dario Salvatori all’ufficio postale glielo chiedo (se me lo ricordo, eh, non prometto gnènte, ché qui l’Alzheimer avanza.).

  7. leo Rispondi

    Quella del “primo pezzo rap della Storia” è un vecchio tormentone (c’è un sacco di gente addirittura convinta che the magnificient seven sia il primo singolo rap della Storia).

    Io se fossi un filologo di queste cose capirei al volo che Celentano non può essere il primo rapper della Storia, perché è un artista, nel bene e nel male, derivativo: tutto quello che fa lo scopiazza da qualcun altro. Di solito adeguava prodotti Usa al pubblico italiano, magari senza capirli bene.

    E’ il caso di Prisencolinensinainciusol (pezzo che nessuno sapeva citare prima dell’invenzione del ctrl+c). E’ chiaro che Celentano sta scimmiottando qualcosa, anche se forse con gli anni si è perso il riferimento preciso. Forse era un funky torrido, o un talkin’blues: lui avrà capito che funzionava e ne avrà copiato qualche elemento. Tra le cose che si sono perse nel passaggio c’è anche la funzione significante, che nel rap è fondamentale.

  8. Achille Rispondi

    “Prisencolinensinainciusol (pezzo che nessuno sapeva citare prima dell’invenzione del ctrl+c).”

    Verissimo, io stesso sbaglio sempre almeno un paio di vocali.

Rispondi a giorgia Annulla risposta

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>