Tutti Buzz per Google

E niente, noi eravamo ancora qui a chiederci se questo GoogleWave si poteva catalogare come flop (a proposito, “la critica ne ha detto un gran bene, ma al pubblico non è piaciuto”) che ci è piombato addosso questo Google Buzz.

Sarà una nuova mania? Ucciderà Friendfeed? Ammazzerà Twitter? Torturerà Facebook? Farà il solletico a Netlog? Suonerà il citofono a Msn Live per poi scappare?

Non lo so, non l’ho capito e ne sono un po’ infastidito. E il fatto che io sia circondato da gente che ne parla mentre sul mio account non si è ancora attivato non c’entra niente, ve l’assicuro.

P.s. a proposito, facciamo che tutti i giochi di parole con Buzz ce li spariamo subito e poi basta?

5 Responses to Tutti Buzz per Google
  1. giorgia Rispondi

    sono indecisa se chiamare chi usa buzz “buzzurri” o “buzziconi”. comunque a me dà principalmente fastidio il fatto che avendo un account gmail uno ci si trovi iscritto di default. chi gliel’ha chiesto? non potevano fare un pulsantino che consentisse a chi lo vuole di zomparci dentro e a chi no invece, giustappunto, no?

  2. giò Rispondi

    La penultimissima riga, giusto sopra al copyright di google, piccolo piccolo:

    Visualizzazione di Gmail: standard | attiva chat | disattiva buzz | versione precedente | HTML di base Ulteriori informazioni

    Non è che mi ricordo esattamente, ma mi pare che ieri al login me l’ha chiesto se lo volevo o no, almeno questo diamoglielo a sto poro Buzz.

  3. Achille Rispondi

    Sì in effetti stamattina è arrivato pure a me è c’è il classico pulsantone ATTIVA, con a fianco “no, non mi va”.

    Comunque io l’ho attivato e mi è venuto lo sconforto. Un altro posto in cui ripetere le stesse cose alle stesse persone?

  4. Emanuela Rispondi

    “Suonerà il citofono a Msn Live per poi scappare?”
    sei geniale.
    E basta.

  5. giorgia Rispondi

    Achille — il pulsantone in inglese non diceva “attiva” diceva “check it out”, e a fianco “nah, go to my inbox” http://friendfeed.com/ai4a/487831eb/nah-go-to-my-inbox
    io ho cliccato “nah, go to my inbox e… vualà, il buzz-coso era lì, attivo comunque, e mi sono ritrovata tra i follower gente che, onestamente, non ho la più pallida idea di chi sia. Ovviamente gli ho dato un’occhiata per trenta secondi, ho capito l’andazzo e ho cliccato su “turn buzz off”, ma comunque mi pare una imposizione di google.

Rispondi a giò Annulla risposta

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>