Ciao, Al

Sarà quel “Ciao, Al” con cui apre e chiude, sarà il modo disinvolto in cui si mette la giacca, sarà il semplice fatto che si mette la giacca per sedersi alla scrivania, sarà che comincio ad avere un’età e sono cresciuto quando i sindaci facevano noiosi inviti su carta intestata e non con affascinanti video su Youtube, ma il video in cui il sindaco De Magistris invita Al Pacino a Napoli è la cosa più ipnotica della settimana.

One Response to Ciao, Al
  1. Milla Rispondi

    Ma che razza di mobili ha in ufficio, sembra il set di Montalbano!

Rispondi a Milla Annulla risposta

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>