bloc party

Black Blox Party

Con questo, inizia una serie di post in cui cercherò di formare una playlist virtuale per l’estate 2009. Lo scopo non c’è, proverò solo a mettere in fila un po’ di canzoni che secondo me vale la pena notare e annotare, per vari motivi. Qualche tormentone, qualcosa con meno visibilità, qualche scelta mia da album del periodo. Si accettano suggerimenti, ovviamente.

Si parte con una cosa facile, da primo ascolto, ma non ancora martellante, anche perché in realtà uscirà il 10 agosto. Si tratta del nuovo singolo del Bloc Party, ed è un pezzo che ha una valenza doppia. Perché, come ha già notato Inkiostro, mette un gruppo indie/rock (fate voi con le definizioni, io non sono tano bravo) di fronte ad una cassa in 4/4 e ad un giro di pianoforte che richiama tantissimo alcuni pezzi della dance anni 90. Nomi se ne potrebbero fare tanti (all’inizio del decennio c’era proprio un filone chiamato Piano House), ma a me è venuto subito in mente un pezzo dei Black Box.

Bloc Party – One more chance

Black Box – I don’t know anybody else

Katy bacia tutti

Allora, nei commenti del post precedente è stato citato un brano diventato un piccolo cult nel giro indie-rock meno schizzinoso: ovvero un mash up tra I kissed a girl di Katy Perry e Banquet dei Bloc party (lo ascoltate da qui). Io l’ho sentito un po’ di tempo fa e devo dire che funziona, èd anche un buon antidoto per contrastare il tormentone della Perry, che in effetti dopo un po’ comincia a ballare con gli anfibi sui più intimi amici dell’uomo. Sempre nei commenti del post precedente però, è arrivata Ulrike, che ha segnalato un mash up tra lo stesso pezzo di Katy nostra e Beautiful people di Marylin Manson (qui).
Ho cliccato, ho buttato l’occhio sui related, e mi si aperto un mondo. I Kissed a girl è stato messciappato in decine di versioni, incrociato con le cose più varie. Ce n’è uno che fa incontrare la Perry con Benassi, un altro che le mette sotto i Daft Punk, uno che incrocia il pezzo di Katy con i One Republic.
Di fronte ad alcuni di questi esperimenti c’è la netta impressione che l’idea sia nata per poter fare dei titoli sfiziosi, ad esempio nel caso di I kissed a Barbie girl (sì, nel senso degli Aqua) o I kissed a girl in Calabria (costruita sul già abusato pezzo dei Rune), di fronte ad altri ti viene da pensare “ma come gli sarà venuto in mente”.
Io spero solo che ad un certo punto finiscano, che sennò non riesco a fermarmi.
Comunque fino ad ora la mia preferita (per sfizi miei personali) è I kissed Mr Vain.

 Scroll to top