blog

Posti di lavoro

Dichiarazione del responsabile della comunicazione di Gianni Alemanno contenuta in un articolo del Messaggero.

“Abbiamo ingaggiato una squadra di blogger con il compito di orientare la discussione sui blog più frequentati, come quelli di Beppe Grillo, di Di Pietro, oppure blog politici come quelli dell’Udc e della Sinistra Arcobaleno, in una specie di guerriglia informatica”

(grazie a Politicaduepuntozero)

Non cliccate su quel link

Titanic

Affonda

Somiglia un po’ ad altri giochini (tipo quello di raccontare un film in un sms o la vita in sei parole) ma è infinitamente peggio. Un sito in cui ti raccontano un film semplicemente svelandoti il finale. Una crudeltà assurda. Un incubo a getto continuo.
Non ci andate. Io ve l’ho detto.

Spoilerin

Marciare uniti

Pur presi dal momento particolare, vedo che in diversi si sono interessati alla vicenda di Enzo Vizzari. In sintesi, ma è spiegato meglio da Kela Blu, Vizzari ha (aveva) un blog sul sito dell’Espresso, e aveva scritto di vergognarsi per una copertina del giornale con il quale collabora. Il quale giornale, a quel punto, ha pensato bene di congedarlo, chiudendo il suo blog (e cancellando anche gli archivi, a quanto si vede).
Stavo cercando di farmi un’opinione in merito, quando ho letto il post, in difesa del giornale, di un altro blogger dell’Espresso, che da un po’ leggo spesso con grande interesse, ovvero Alessandro Gilioli.
Beh, leggendo le argomentazioni di Gilioli ho cominciato a pensare che questa vicenda mi ricordava (nelle dinamiche e con le dovute proporzioni) il modo in cui La 7 ha scaricato Luttazzi, qualche temo fa.
Per intenderci: io capisco che chi lavora in un’azienda deve esserle fedele e solidale, e se non si trova in sintonia con gli obiettivi aziendali farebbe bene a cambiare posto di lavoro. Ma quando l’azienda i questione produce informazione e opinioni, è proprio il caso di pensare che non si possano ospitare opinioni diverse e divergenti? Comunque il post che scrissi all’epoca, per fortuna condiviso da parecchi, sta qui.

1 18 19 20 21  Scroll to top