Calabria

Facesouth

Stavo parlando ad un amico, che non ha un profilo su facebook, di come dentro fb ci sia questo effetto particolare (su cui si fa tanta ironia) in base al quale le persone si incontrano e si salutano con grande entusiasmo, frizzanti scambi di battute, sorrisi, per poi scoprire che non hanno niente da dirsi oltre ai convenevoli, non vedendosi spesso da anni e anni.

Mentre glielo raccontavo, ho visto un’espressione sul suo viso che non saprei descrivere ma che ho immediatamente inteso. Mi stava per dire che non c’è niente di nuovo: è quello che succede da anni a noi ragazzi del sud, emigranti di prima generazione, quando torniamo a casa e salutiamo persone che vediamo solo a natale, pasqua e ferragosto.

Un caloroso saluto, a volte abbracci, spesso baci. Come stai, sempre bene. E poi due domande fondamentali: “quando sei arrivato?” e “quando te ne vai?”

E lì, di solito, finisce la conversazione.

1 2 3 Scroll to top