calcio

Le risposte già le sai

Lei ha dichiarato qualche giorno fa di avere una squadra che considera “alla pari se non superiore all’inter”. Bene, dove sta?

Ora posso dirlo: sono quasi nove mesi che spero di poter riprendere questo post scritto il 30 agosto e aggiungere “scusate, non avevamo capito niente, avevano ragione loro”.

E invece, a parte qualche sfumatura come il rendimento di Ronaldinho e Antonini, devo dire che purtroppo  avevamo ragione noi.

Vivere nel fuorigioco e attendere

C’è un partito trasversale che ogni tanto riemerge, spinto dalla forza del suo punto di riferimento, dalle sue continue rinascite, dal suo scacciare la vecchiaia.

Un partito che non gode dei consensi generali, e subisce molte critiche, e non si incontra in riunioni e conferenze, perché è fatto di gente che non si conosce e spesso non si riconosce. Un partito che ad un certo punto però si ricompatta grazie alle dichiarazioni di chi ne fa parte.

Il partito è quello di chi sostiene che Pippo Inzaghi sia uno dei più grandi attaccanti della storia.

Ed è un partito fatto di gente che ama Inzaghi anche se non lo vede più militare  nella sua squadra (come in questo articolo di Christian Rocca del 2001) o di gente che non ce l’ha avuto mai (come in questo post di Numero 6, dal quale è tratto il titolo).

E chi non capisce, pazienza.

1 3 4 5 6 7 11  Scroll to top