Radio24

L’Italia vista dallo spazio, dal 30 luglio su Radio24

Ci sono alcune domande che mi mettono sempre maledettamente in crisi, tipo: qual è il tuo disco preferito? E il tuo film? E se dovessi portare un solo libro sull’isola deserta? E se potessi salvare solo un vestito che sta nel tuo armadio?

Se poi invece di una risposta secca mi chiedono una lista di 5 o 10 voci è quasi peggio. Comincio a scarabocchiare foglietti, aprire e chiudere documenti word, controllare archivi on line, preparare gruppi provvisori da 20 o 30 posti, organizzare tabelloni a eliminazione diretta. Perché indicare qualcosa da salvare vuol dire anche pensare a cosa butteresti via senza troppi rimpianti. E non è mica facile.

Sarà probabilmente per questo motivo che passerò il mese di agosto a chiedere a gente che ne sa, appassionati, ascoltatori radiofonici e semplici passanti una cosa semplice semplice: se doveste salvare 24 cose dell’Italia di oggi, cosa salvereste?

Questo, in sintesi, è l’Italia vista dallo spazio, un nuovo programma che condurrò per tutto agosto su Radio24.

Si comincia lunedì 30 luglio. Qui c’è la pagina di Facebook del programma. Iscrivetevi numerosi, tra un po’ cominceremo a fare domande e a cercare risposte.

Metti a curriculum

E comunque dopo quest’estate se qualcuno mi chiederà: “ma tu che risultati concreti hai raggiunto nella tua vita?”  io potrò rispondere “Ho fatto diffondere sull’etere nazionale, per due mesi ogni giorno, più volte al giorno, il trololololo”.

P.s. Ne approfitto per rispondere a tutti quelli che mi scrivono per chiedere “cos’è?” (è uno cover di Am Glad I’m Finally Going Home fatta da Eduard Khil, ma la chiamano tutti trolololo) e ringraziarli per la soddisfazione che mi danno: io da piccolo volevo fare lo sceglitore di sigle per programmi radio e tv.

Il mio Giro di vita su Radio 24

C’è una tentazione ricorrente, per la mia generazione ma non solo, sempre più diffusa nelle persone che conosco e che mi trovo a incrociare: è la voglia di cambiare vita, tentare un’altra strada, lasciare la routine quotidiana per vedere se “altrove” è meglio. O almeno diverso.

Per molti è un discorso quasi catartico che si ripete senza portare a nulla, per altri un progetto che si concretizza o si concretizzerà.

Di questo parlerà Giro di vita, il programma che a partire dal 5 luglio condurrò per tutta l’estate, dalle 16.00 alle 16.30, su Radio 24.

Se qualcuno di voi vorrà raccontarmi la sua storia mi farà molto piacere. Se  avrete voglia di ascoltarmi e seguirmi ne sarò molto felice.

Come si dice in questo caso, rimanete sintonizzati.

Giro di vita su Facebook.

1 2  Scroll to top