roba da bambini

Lord Shen, non ti temo

È una mattina d’estate. Apro la mail, comincio a scorrere i messaggi. È la mail del blog, perciò ci trovo dentro qualunque cosa, e vado veloce, e leggo a salti. Ma la mia attenzione non può non essere attirata da una mail che mi propone “adotta un personaggio di Kung Fu Panda 2“.

Lo adotto? Ma certo che lo adotto. Chi non vorrebbe adottare quel meraviglioso panzone, o un maestro burbero ma buono? Allora apro la mail tutto speranzoso: quale personaggio mi vorranno far adottare, eh? Quale? È a quel punto che leggo “Lord Shen”. E chi è mo Lord Shen? È il cattivo. Ma come il cattivo? Ma non c’era un personaggio morbidoso, simpatico, spigliato, tenerone? Devo adottare proprio il cattivo?

Poi ci penso un attimo e mi torna in mente una scena del primo Kung Fu Panda, quella dell’evasione di Tai Lung, il cattivo di quel film. Una scena d’evasione talmente cazzuta da far invidia a molti film d’azione con dentro dei cattivi cazzuti. Un’evasione così spettacolare che se un giorno di questi mi decidessi a compilare la mia lista dei migliori cattivi del cinema quasi potrei metterci Tai Lug dentro solo per quella.

Allora sai che faccio? Io lo adotto questo cattivo che è talmente cattivo che vorrebbe addirittura (paura, spavento, tragedia per il cinema con cui siamo cresciuti) eliminare il kung fu dalla faccia della terra. Alla fine mi sa che è meglio avercelo vicino e tenerlo d’occhio.




 Scroll to top