Roberto Vecchioni

Così non vale, è troppo facile così

solo oggi, qui nel Salento dove sono in vacanza, tre persone mi hanno fermato per dirmi «complimenti per Ronaldinho» A me? Per Ronaldinho? È come se qualcuno mi dicesse: «complimenti per le corna di tua moglie!»

In mezzo a tante lettere di cantanti, artisti, opinionisti e politici che scrivono per esternare su etica, vita, morte e miracoli, la missiva dell’estate, per pertinenza e presumibile sincerità, è quella di Roberto Vecchioni, che scrive al direttore dalla Gazzetta dello Sport, per chiedergli come gli sia venuto in mente di fare un titolo ispirato ad una sua interistissima canzone in occasione dell’arrivo di Ronaldinho al Milan.

Direttore, è uno scippo.

p.s. sì, è vero, non mi sono espresso sull’acquisto del Gaucho, ma ho smesso di esaltarmi da un po’ per queste cose. Diciamo che secondo me il Milan quest’anno rischia alcune batoste memorabili. Però ci divertiremo, credo.

 Scroll to top