televisione

Come te sbaji

Dave fa una previsione tanto semplice quanto probabile sul prossimo Festival di Sanremo.

Ho appena avuto una visione alla Nostradamus: Antonella Clerici che fa suonare “Le Tagliatelle di Nonna Pina” ai maestri dell’orchestra di Sanremo. Deposito la premonizione in data 10 dicembre 2009.

Elio e le storie Muse

Probabilmente vi ricorderete della piccola beffa fatta dai Muse a Quelli che il calcio, quando approfittarono del playback per scambiarsi i ruoli e gli strumenti. Bene, mi segnalano che oggi Elio e le storie tese, ospiti della stessa trasmissione, hanno realizzato la presa in giro della presa in giro.

p.s. comunque è un peccato che nel video e nelle esibizioni live non ci sia il dialogo che chiude il pezzo sul disco, che è davvero l’apice del brano.

Ctrl+F “Telecomando”

Ultimamente sta invece diventando una consuetudine diffusa la visione solitaria delle serate televisive – siano Annozero, Ballarò o Porta a porta – ma commentata simultameamente su FriendFeed, un social network che permette grandi conversazioni di gruppo in diretta.

Da un po’ di tempo volevo scrivere una riflessione molto simile a questa fatta da Luca Sofri. Niente di nuovo o imprevedibile: commentare la tv aiuta a sopportarla e a trovarla più divertente, in certi casi (ma provate a parlare durante i rigori di una finale o mentre in una soap la madre dice per la quarta volta al figlio chi è il vero padre), e i social network si prestano molto bene a questo utilizzo.

L’unica nota che volevo aggiungere è che io in questo fenomeno ci trovo una sfumatura particolarmente ironica. Perché, dopo aver letto decine di volte negli ultimi anni della contrapposizione tra blogger e giornalisti e le mille previsioni sulla rete che spazzerà via la televisione, ultimamente mi è capitato sempre più spesso di accendere la televisione e sintonizzarmi su un talk show giornalistico che non stavo guardando, solo per capire di cosa stessero parlando i miei contatti sui social network.

1 3 4 5 6 7 16  Scroll to top