tv

Parla col web

Premesso un certo conflitto di interessi, dato dal fatto che in anni di frequentazione della stessa porzione di Blogosfera io e Zoro ci siamo visti per cene e birre un bel po’ di volte, penso che si possa dire che il suo approdo a Parla con me, come titolare di una rubrica sul “ventro molle del Pd”, è forse il fenomeno più interessante riguardo alla relazione tra blog italiani e media tradizionali.
Nel senso che un prodotto pensato per la rete (la serie di video-post Tolleranza Zoro) ha trovato spazio fuori dalla rete, ed è stato ritenuto adatto a passare, senza sostanziali modifiche di stile e linguaggio, su una tv, addirittura generalista.
Ora vedremo come va, ma è già qualcosa di grosso.

Da grande farò il Volo

Non ho tutta questa dimestichezza con i giovanissimo d’oggi, e quindi non so se davvero i ragazzini del 2008, interrogati sul tema “cosa vuoi fare da grande”, rispondano “la velina” o “il tronista”.
Però so che se fossi un ragazzino del 2008 io, e fossi un ragazzino sveglio, risponderei “il Fabio Volo”. Non tanto nel senso della persona Fabio Bonetti in arte Volo, ma proprio in quanto figura professionale in grado di convincere i propri datori di lavoro a mandarlo un anno a Barcellona, un anno a Parigi, un anno a New York, magari dicendo “lavoro da lì, non è una buona idea?”.
Una cosa che mi fa provare un’ammirata invidia, paragonabile solo a quella che nutrivo per i coniugi Roversi ai tempi di Turisti per caso.

Fabio Volo – Italo americano

1 2 3 4  Scroll to top